Home / Benessere / Piscine fuori terra: mai valutato la possibilità?
Piscine fuori terra: mai valutato la possibilità?

Piscine fuori terra: mai valutato la possibilità?

Sono sempre più numerosi quelli che scelgono la soluzione “piscine fuori terra” per la loro abitazione e per il loro giardino.

Pensando ad una piscina per una casa si pensa ad ambienti lussuosi da cinema americano, dato che si associa la piscina al benessere finanziario. Sicuramente il realizzare una piscina per la propria casa non è esattamente una cosa “da due lire” ma bisogna comunque valutare il genere di piscina che si vuole acquistare.

I generi sono prevalentemente due, le piscine interrate e le piscine fuori terra. Ed è su quest’ultima che vorremmo porre l’accento. Questo è un genere di piscina decisamente più economico rispetto a quelle interrate in quanto richiede decisamente meno lavori di installazione e manutenzione, e senza per forza essere in America, anche nel nostro paese questo genere di piscine sta prendendo molto piede.

Un elemento di questo tipo difficilmente si adatta in un condominio, nonostante ciò sia possibile in certi casi e in linea teorica, ma più che altro si adatta a villette o case con due famiglie dotate di ampio giardino.

In  sostanza le piscine fuori terra sono delle vasche poste sul terreno; esse possono essere ulteriormente suddivise in gonfiabili o in PVC laminato. Entrambi i modelli hanno comunque caratteristiche simili, si possono smontare e rimontare e smontate comunque non prendono molto spazio, la loro manutenzione è semplice non richiedono lavori edili.

Quindi, con queste caratteristiche e questi presupposti, l’idea di costruirsi una piscina per la propria casa diventa una idea allettante e abbastanza fattibile!

Tornando ai due tipi di piscine fuori terra e alle loro caratteristiche, bisogna dire che le piscine fuori terra gonfiabili hanno, per ovvi motivi, una resistenza e stabilità minore rispetto a quelle in PVC laminato e obbligatoriamente devono essere poste su una superficie che sia del tutto pianeggiante e liscia. Sempre per quanto riguarda le caratteristiche di entrambi i modelli bisognerebbe anche avere un’idea di dove si vuole collocare la piscina.
Ponendo il caso che questa debba essere posta in un ambiente di passaggio sicuramente il modello che meglio si adatta è quello gonfiabile. Le piscine rigide fuori terra in PVC possono essere ovviamente smontate ma in un tempo maggiore di quanto richieda una piscina gonfiabile.

Ovviamente si guarda alla facilità con cui si può erigere una piscina gonfiabile e si pensa alla complessità teorica relativa alla costruzione di una piscina in PVC laminato. Diciamo teorica perché anche queste piscine hanno una modalità di costruzione abbastanza semplice. Basterebbero due o tre persone e un tempo che varia tra la mezz’ora e l’ora e mezza, le cui abilità rientrino principalmente nel seguire le istruzioni e le figure di montaggio della piscina stessa e il gioco sarebbe fatto. Rientra nelle cose ovvie il dover comunque adattare il terreno sottostante alla piscina fuori terra liberandolo da sassi bastoni e tutte quelle cose che in maggior misura siano le principali asperità del terreno.

Probabilmente la parte più lunga di tutto il processo e il riempimento della piscina stessa con acqua. Esistono svariati modelli di piscine sia di un tipo o di un altro disponibili presso ditte specializzate e al prezzo più indicato per le proprie tasche. Basta informarsi, girare un poco forse e alla fine si potrà avere la piscina desiderata al prezzo desiderato. Praticamente desiderio che può diventare facilmente una realtà per casa vostra.

Da non perdere

Antichi Sapori: la pasta fresca fatta a mano come una volta

Antichi Sapori è un piccolo laboratorio con sede a Modigliana, che produce e vende direttamente …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.