Home / Sport & Tempo Libero / Cuccioli e allevatori di fiducia

Cuccioli e allevatori di fiducia

Gli allevamenti il cui unico interesse e far soldi guarderanno più alla quantità che alla qualità.

In Italia invece ci sono tanti bravi e onesti allevatori che svolgono ogni giorno il loro lavoro con passione e dedizione puntando sempre alla salute dei cuccioli allevati che siano sani e in standard di razza come ad esempio i cuccioli di maltese dell’Azienda agricola Bosi.

Tuttavia ci sono anche persone che potrebbero vendere cucciolate troppo giovani per lasciare la mamma o far accoppiare cagne malate e mal tenute per sfornare cuccioli che potrebbero non riprendersi mai.

Anche i cuccioli dei negozi di animali sono da evitare: un allevatore a cui non importa dove va a finire il cucciolo difficilmente si sarà preso la briga di allevarlo a dovere.

Per partire con il piede giusto, un cucciolo dovrebbe andare direttamente dalla famiglia di nascita alla famiglia d’adozione senza subire il trauma di un intermediario, regola che seguono tanti allevamenti che lavorano seriamente per il benessere dei cuccioli, sottoponendo i genitori a controlli genetici per le malattie ereditarie come Herberiensis Dalmatians, allevamento dalmata di Rubiera.

Le domande da fare all’allevatore:

  • I cuccioli sono stati allevati in casa o in un canile?
  • Hanno avuto modo di socializzare? Sono stati esposti ai rumori quotidiani e alle attivita di una casa? Attrimenti saranno impreparati alla loro nuova vita
  • Che temperamento hanno i genitori?
  • Sono stati svolti controlli sanitari sulla razza, test alle anche o agli occhi? (Se l’allevatore dice che non importa, andate altrove)
  • A che età i cuccioli possono lasciare la mamma? (Gli allevatori attenti non li daranno via troppo presto)
  • Quali documenti vengono fomiti? Questi dovrebbero comprendere iscrizione all’anagrafe, pedigree, registrazioni di vaccinazioni e
    sverminatura e, per alcune razze, una certificazione per i cuccioli o i genitori di test alle anche, gomiti, occhi, orecchie (dalmata).

Gli allevatori attenti di solito forniscono una dieta e consigli anche dopo la vendita.

Un buon allevatore conosce ogni cucciolo e cerca di darlo al padrone adatto. Si interessa anche di dove andrà a stare e non ve lo venderà se non sarà convinto che gli offrirete una dimora adatta e permanente.

Da non perdere

Labrador Retriever: il cane ideale per la famiglia

Labrador Retriever: il cane ideale per la famiglia

Tra le razze canine più conosciute ed amate al mondo, c’è certamente il Labrador Retriever. …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

18 − otto =